Variabilità del polso e della frequenza cardiaca

L'impulso descrive l'onda di pressione che si diffonde nei vasi sanguigni a seguito della contrazione del cuore. Il polso a riposo è inteso come la frequenza del battito cardiaco quando il corpo è a riposo. Per la corretta misurazione della frequenza cardiaca a riposo è necessario che la misurazione non avvenga immediatamente dopo lo sforzo fisico e che il soggetto si sia fermato prima della misurazione.

 

La variabilità della frequenza cardiaca (HRV) è una variazione spontanea della frequenza cardiaca (battito cardiaco) e descrive la capacità del cuore di adattarsi a diverse situazioni di prestazione.

 

Un cuore sano non batte regolarmente come un orologio. Esistono differenze di tempo nell'intervallo di millisecondi tra due contrazioni della camera cardiaca, che vengono mostrate nell'ECG come le cosiddette onde R. La diversa distanza tra due onde R riflette la dimensione dell'HRV.

 

 

 

 

 

Herzratenvariability biozoom Vitalitycheck

La variabilità della frequenza cardiaca è il fenomeno fisiologico della variazione dell'intervallo di tempo tra i battiti cardiaci successivi in millisecondi. Se guardiamo il tempo in millisecondi tra i battiti cardiaci, di solito c'è una fluttuazione costante. Puoi ottenere un'immagine della tua HRV sentendo il tuo polso e facendo alcuni respiri profondi: mentre espiri, gli intervalli tra i battiti si allungano e il polso rallenta, e quando inspiri, il tuo polso diventa più veloce.

 

Una mancanza di magnesio, ad esempio, può portare a un cuore da corsa. A sua volta, la cannella può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna. Se sei stressato o nervoso, anche la tua frequenza cardiaca può aumentare.